Con la riunione di tutti gli operatori pastorali della parrocchia si è conclusa giovedì 20 giugno la prima fase di lavoro sul “Questionario per la rilevazione e l’orientamento della prassi pastorale dell’Iniziazione Cristiana nelle comunità ecclesiali dell’Arcidiocesi”.

Sono stati svolti numerosi incontri nelle settimane precedenti e molti contributi sono giunti anche per posta. Tutto questo lavoro ha consentito a Maria Butera di predisporre il documento conclusivo che è stato inviato al parroco responsabile di zona per gli adempimenti successivi.

Il parroco don Carmelo Vicari dopo aver ringraziato tutti per i contributi offerti e Maria Butera per il lavoro di sintesi compiuto con la stesura del documento, ha ribadito che il lavoro svolto non può considerarsi concluso, anzi da questo si partirà a settembre per l’impostazione della attività di catechesi della parrocchia.


Convocati dal parroco e alla presenza del vice parroco e di Maria Butera si sono riuniti mercoledì 29 maggio gli operatori pastorali della nostra parrocchia per dare avvio ai lavori sul “Questionario per la rilevazione e l’orientamento della prassi pastorale dell’Iniziazione Cristiana nelle comunità ecclesiali dell’Arcidiocesi”.

“Si tratta di una iniziativa – ha spiegato don Carmelo – fortemente voluta dal nostro Arcivescovo al fine di individuare nuovi percorsi per l’annuncio e la proposta della esperienza cristiana in un contesto sociale sempre più scristianizzato”.

Il questionario propone circa 20 domande cui tutte le comunità cristiane diocesane sono invitate a rispondere con un percorso che deve portare in conclusione alla redazione di un documento finale che sostituisca la base di partenza della evangelizzazione e della catechesi del prossimo anno pastorale.

Gli oltre ottanta presenti sono stati divisi in alcuni gruppi (pastorale, carità, liturgia) che si incontreranno nelle prossime settimane con l’impegno di consegnare ciascuno un documento di sintesi al parroco entro il 20 giugno.